Guida Scommesse NBA: Quote e Strategie

L’NBA è senza dubbio il campionato di basket più importante e spettacolare al mondo. Nel corso della sua storia ha visto in azione i cestisti più forti e vissuto stagioni spettacolari, con team di campioni rimasti nei cuori degli appassionati.

L’NBA è anche un campionato molto amato dagli scommettitori per via della sua spettacolarità e della competitività, che rende incerta fino all’ultimo la vittoria del campionato.

I maggiori bookmaker propongono un’abbondante varietà di quote e mercati scommesse sull’NBA, in grado di soddisfare tutte le esigenze degli appassionati.

Quote vincente NBA 2021-2022

Squadra Guida Scommesse NBA: Quote e Strategie Guida Scommesse NBA: Quote e Strategie Guida Scommesse NBA: Quote e Strategie
GA Warriors 2,40 2,50 2,33
Boston Celtics 3,00 3,00 3,00
Miami Heat 5,00 5,00 5,40
Dallas Mavericks 7,00 7,50 7,00

I Migliori Siti Scommesse NBA

Bonus
1
50% fino a 50€

2
100% Fino a 100€

3
Fino A 350€

4
€400 Di Benvenuto

5
Fino a 500€ + 10% Cashback

Quote NBA Goldbet

Goldbet offre ai propri clienti una copertura praticamente totale del campionato NBA. Oltre ai mercati scommesse più importanti, come vincente NBA, troviamo quote sui risultati parziali/finali, quote sul primo tempo e il primo quarto, i mercati Under/Over e Pari/Dispari e le scommesse Combo. Un’offerta di livello che non delude.

Guida Scommesse NBA: Quote e Strategie

Quote NBA bet365

Anche bet365 propone un ampio ventaglio di quote e mercati scommesse sull’NBA, tra cui la vincente della manifestazione, della conference e tutti gli speciali draft. Non mancano le principali tipologie di scommesse: vincente gara, scommesse sui quarti, margine vittoria, parziale/finale, etc. Presenti anche le quote sui giocatori, dai punti siglati agli assist, palle rubate, palle perse e tiri da tre.

Guida Scommesse NBA: Quote e Strategie

Quote NBA Sisal

Sisal Matchpoint, tra i principali bookmaker italiani, propone un’ottima varietà di mercati scommesse e quote competitive sul campionato NBA. Dalle quote Antepost sulla vincente delle due confederazioni alla vincente del campionato, passando per le scommesse 1X2, le scommesse con Handicap, le scommesse sui quarti e sui tempi e persino le scommesse on demand.

Guida Scommesse NBA: Quote e Strategie

Quote NBA Fastbet

Non è da meno rispetto agli altri bookmaker Fastbet. L’operatore offre tutti i mercati scommesse principali, antepost (vincente Eastern e Western Confederence, Playoff, vincente NBA) e le quote sulle singole partite, le scommesse sui giocatori (punti, totale rimbalzi, totale palle rubate, totali tiri da 3) e le scommesse combo.

Guida Scommesse NBA: Quote e Strategie

Quote NBA Betfair

Chiudiamo con l’operatore multinazionale Betfair, che in modo simile agli altri bookmaker offre una copertura delle gare NBA con quote e scommesse che riguardano sia la vittoria della competizione (e delle confederazioni) che le singole gare. Non mancano, ovviamente, neppure le scommesse sui giocatori, dal numero di punti ai rimbalzi. Presenti anche le scommesse con handicap.

Guida Scommesse NBA: Quote e Strategie

I principali mercati scommesse NBA

Vincente NBA

Si tratta di pronosticare chi vincerà l’NBA alla fine dei playoff, che mettono di fronte sedici squadre della Eastern e della Western Confederence. Parliamo della scommessa antepost per eccellenza, che richiede un’ottima conoscenza delle squadre, dei giocatori e dei meccanismi di funzionamento del campionato NBA.

A vincere più titoli in assoluto sono i Boston Celtics e i Los Angeles Lakers, con 17 titoli NBA a testa, seguiti da Chicago Bulls e Golden State Warriors, con 6 titoli, e da Sant’Antonio Spurs, con 5 campionati vinti, Detroit Pistons, Miami Head e Philadelphia 76ers, con 5 titoli.

Vincente Western/Eastern

La scommessa prevede che si indovini chi si aggiudicherà la vittoria nelle due confederazioni della regular season: la Western e la Eastern.

La Western, composta da 15 squadre distribuite in 3 division, vede la partecipazione di franchise come Dallas Mavericks, L.A. Lakers, L.A. Clippers, Houston Rocket, San Antonio Spurs, Phoenix Suns e Utah Jazz.
La Eastern, anch’essa composta da 15 squadre (ma della parte orientale degli USA), vede la partecipazione anche dei canadesi del Toronto Raptors oltre ad altre squadre prestigiose come Boston Celtics, Cleveland Chevaliers Chicago Bulls, Orlando Magic, Philadelphia 76ers, New York Knicks e Charlotte Hornets.

Dominatori della Western Conference sono i Los Angeles Lakers, con 19 titoli, seguiti da Golden State e dagli Spurs con 6 titoli. Ad aggiudicarsi più volte la Eastern Conference sono stati i Celtics, seguiti dai Bulls, da Miami Head e dai Chevaliers.

Scommesse su giocatori e MVP NBA

Le scommesse sui giocatori nell'NBA riguardano le prestazioni e il titolo di miglior giocatore della stagione (MVP). Vediamo quali sono le principali:

Doppia doppia o tripla doppia: si tratta di indovinare se un giocatore riuscirà a effettuare due (doppia doppia) o tre (tripla doppia) di queste azioni: 10 punti, 10 rimbalzi e 10 assist.

Primo e ultimo marcatore partita: la scommessa prevede si indovini quale saranno il primo e l'ultimo marcatore della gara.

Miglior marcatore partita/stagione: si tratta di pronosticare chi sarà il miglior marcatore della gara o dell'intera stagione. Nella stagione 2019-2020 il miglior marcatore stagionale è stato James Harden, mentre nella stagione 2020-2021 Steph Curry.

MVP: la scommessa consiste nel pronosticare chi sarà l'MVP della stagione, il giocatore più determinante.

Ultimi 5 MVP:

2017-2018: James Harden
2018-2019: Giannis Antetokounmpo
2019-2020: Giannis Antetokounmpo
2020-2021: Nikola Jokic
2021-2022: Nikola Jokic

Prima scelta Draft

Questo mercato prevede che si indovini quale sarà il primo giocatore a essere scelto durante il Draft, la “sessione di mercato” dell’NBA.
Se un giocatore si ritira dal draft, le scommesse su di lui sono considerate perdenti.

Le prime scelte degli ultimi cinque anni:

  • 2017: Markelle Fultz (Philadelphia 76ers)
  • 2018: DeAndre Ayton (Phoenix Suns)
  • 2019: Zion Williamson (New Orleans Pelicans)
  • 2020: Antony Edwards (Minnesota T’wolves)
  • 2021: Cade Cunnighan (Detroit Pistons)

Testa a Testa

La scommessa Testa a Testa nel basket prevede che si pronostici quali tra le due squadre in campo vincerà la partita, overtime compreso. Esistono anche le scommesse con handicap: a una delle due squadre, la più forte di solito, vengono tolti un tot di punti per dare più equilibrio alla gara.

Durante la stagione 2019-2020 il fattore campo è stato decisivo: il 55,27% delle volte a vincere è stata la squadra di casa.

Margine Vittoria

Questa tipologia di scommessa consiste nell’indovinare il numero di punti di scarto tra due squadre in gara, supplementari inclusi. Solitamente, sono previste diverse fasce di punti di scarto: 1-5, 6-10, 11-15, 16-20. 21-25, 26-30 e maggiore di 30 punti.

La gara con lo scarto di punti maggiore nella storia dell’NBA è stata quella tra Memphis Grizzlies e Oklahoma City Thunder, giocata il 3 Dicembre 2021, che si è conclusa con il risultato finale di 152 a 79.

Le altre gare con lo scarto maggiore:

  • Cleveland Cavaliers – Miami Heat, 148 – 80 (1991)
  • Dallas Mavericks – Charlotte Hornets, 127 – 59 (2021)
  • Indiana Pacers – Portland Trail Blazers, 124 – 59 (1998)
  • Los Angeles Lakers – Golden State Warriors, 162 –99 (1972)

Scommesse sui Quarti/Tempi

Si tratta di indovinare gli esiti dei quarti e dei tempi (ovvero due quarti). Gli esiti possibili sono (vantaggio della squadra di casa), X (pareggio), 2 (vittoria della squadra fuori casa). Inoltre, è possibile scommettere anche sul doppio risultato (primo tempo/finale), provando a indovinare il risultato al temine del primo tempo e alla fine della gara.

Under Over Punti Squadra/Giocatore

Una delle scommesse più interessanti da giocare sull’NBA. L’Under/Over può riguardare sia i punti siglati da una squadra che da un singolo giocatore.

Under/Over punti squadra prevede che si indovini se il numero di punti realizzati dalle squadre sia superiore o inferiore a un numero determinato dai bookmaker. Lo stesso vale per l’Under/Over giocatore, che consiste nell’indovinare se un cestita segnerà più o meno punti di una soglia stabilita dagli operatori.

Durante la Regular Season 2021-2022, la media punti maggiore per partita l’hanno avuta i Minnesota Timberwolves (115,9), seguiti dai Memphis Grizzlies (115,6) e dai Milwaukee Bucks (115,5).

Per quanto riguarda i giocatori, invece, a detenere il record di maggior numero di punti per partita durante la Regular Season 2021-2022 è Joel Embiid (Philadelphia), con 30,6 punti a partita di media, seguito da LeBron James (30,3), Giannis Antetokounmpo (29,9) e Kevin Durant (29,9).

Risultato esatto Serie

Bisogna indovinare gli esiti di una determinata serie di playoff, al meglio delle 5 o delle 7 gare. Si tratta di un mercato per esperti, che conoscono bene sia lo stato di forma dei giocatori e dei team sia che riescano a capire l’andamento dei playoff.

Vittorie in Regular Season

Per avere esito vincente, si deve prevedere il numero di partite che una determinata squadra riuscirà a vincere durante la Regular Season, se saranno più o meno di una soglia stabilita dai bookmaker.

Durante la Regular Season, Miami Heat è la squadra che ha ottenuto più vittoria nelle Eastern Conference (53), seguita dai Celtics (51) e da Milwaukee (51); nella Western Conference, invece, sono i Phoenix Suns ad aver ottenuto più vittorie (64), seguiti dai Grizzlies (56) e dai Golden State Warriors (53).

Se vuoi conoscere meglio l’argomento scommesse su questo appassionante sport, leggi la nostra guida sulle migliori quote e pronostici sul basket.

Come funziona l’NBA

In primo luogo, l’NBA è divisa in due Conference: la Western Conference e la Eastern Conference. La Western raccoglie le squadre dell’ovest degli Stati Uniti, mentre la Eastern Conference mette una di fronte all’altra le squadre della zona Est. Fanno eccezione i Toronto Raptors, squadra compresa nella Eastern Conference.

Ogni conference, a sua volta, è suddivisa in tre divisioni da 5 squadre: la Western in Northwest, Southwest e Pacific Division, la Eastern in Atlantic, Central e Southeast Division.

Il calendario prevede tre fasi: la Regular Season, i Playoff e le Finals. La Regular Season prevede 82 partite per ciascuna delle 30 squadre, mentre accedono ai playoff e alle Finals le prime 8 classificate di ognuna delle due Conference.

La classifica NBA funziona in maniera anomala rispetto a quanto siamo abituati: non si tiene conto infatti dei punti ottenuti, ma sulle percentuali di vittoria di ogni squadra calcolata così: si moltiplica il numero delle vittorie ottenute per 100 e poi si divide per il numero di partite giocate.

Esistono poi altri indici funzionali alla classifica come il Games Back, che indica il numero di vittorie di distacco tra una squadra e la prima classificata della conference di riferimento, Streak, che rappresenta la striscia di vittore (o sconfitte) consecutive e L10, ossia Last-10, i risultati nelle ultime 10 gare giocate.

Strategie e consigli per scommettere sull’NBA

  • Studiare lo stato di forma di squadre e giocatori. In primo luogo, bisogna considerare lo stato fisico e mentale di giocatori e squadre.
  • Scegli prima le scommesse più “popolari”: quando avrai un’ottima conoscenza di giocatori e squadre potrai cominciare a scommettere su rimbalzi, assist, etc.
  • Considera la presenza o meno di giocatori chiave: i “key players” possono fare la differenza a livello di gioco e punti segnati.
  • Consulta il livescore quando scommetti live e impara a leggere l’andamento della gara, oltre all’eventuale “saliscendi” delle quote.
  • Gestisci al meglio il budget da dedicare alle scommesse.
  • Ricorda che l’NBA vive di tre fasi distinte. Scegli bene su quali gare e quali fasi scommettere.

Infine, sfrutta la Zig Zag Theory, nata qualche decennio fa, che si basa sul fatto che, durante i playoff, chi perde una gara ha alte probabilità di vincere la partita successiva.

Breve storia dell’NBA

L’NBA nasce il 6 giugno 1946 a New York come BAA, ovvero Basketball Association of America. Prenderà il nome NBA tre anni dopo, in seguito alla fusione con la National Basketball League, altra associazione di basket statunitense.

Negli anni ‘50, l’NBA fece esordire alcuni giocatori di colore in piena segregazione razziale, tra cui Chuck Cooper con i Celtics e Earl Loys con i Washington Capitols.

A dominare negli anni ‘50 furono i Minneapolis Laker, che vinsero cinque campionati. Intanto, nel 1954, venne introdotta la regola dei 24 secondi.

Negli anni ‘60 fu invece protagonista Wilt Chamberlain, detentore di numerosi record in NBA, che giocò sia a Philadelphia che a San Francisco con la franchigia dei Warriors.

L’NBA visse un momento di crisi nel 1967, quando entrò in competizione con un’altra lega professionistica, l’ABA (American Basketball Association). Nel 1976 le due leghe raggiunsero un accordo portando l’NBA ad avere 22 squadre.

Gli anni ‘80 videro l’affermazione di alcuni tra i campioni più importanti di sempre, tra cui Larry Bird, in forza ai Celtics, e il suo rivale Magic Johnson, leader dei Los Angeles Lakers. Le due squadre ottennero 8 titoli in totale. Tra gli altri protagonisti dell’NBA di quegli anni, troviamo nomi di livello come Kareem Abdul-Jabbar e Julius Erving.

Ma il nome più importante, quello destinato a diventare il giocatore di basket più famoso e importante della storia tanto da dare il proprio nome a un modello di scarpe è Michael Jordan.

Negli anni ‘90, l’NBA diventa un campionato sempre più famoso, anche grazie all’apparizione del mitico “Dream Team” USA alle Olimpiadi di Barcellona 1992. Gli anni 2000 vedono il dominio alternato di L.A. Lakers e San’Antonio Spurs. Tra i giocatori che si affermano in questo periodo, troviamo Kobe Bryant e Tim Duncan.

Gli anni 2010 vedono l’ascesa di LeBron James e dei Miami Heat, dei San Antonio Spurs, dei G.S. Warriors di Stephen Curry, ma anche dei Raptors, vincitori a sorpresa dell’edizione 2019.

Le stelle del passato e del presente dell’NBA

L’NBA, come abbiamo detto, è il campionato di basket più importante e avvincente al mondo, quello in cui finiscono a giocare tutti i migliori cestisti americani e non.

Nel 2020, per celebrare i 74 anni di storia dell’NBA, ESPN ha stilato la classifica dei 74 giocatori più forti della storia del basket made in USA. Vediamo alcuni nomi che hanno lasciato il segno anche in chi segue poco il basket NBA.

Tra questi troviamo Dikembe Mutombo, posizionato al 73esimo posto, che ha vinto ben 4 volte il premio di miglior difensore tra gli anni ‘90 e il 2000.

Al 62esimo posto troviamo uno dei giocatori più eccentrici che abbia mai calcato i campi dell’NBA: Dennis Rodman, oltre a essere un ottimo difensore e rimbalzista, ha travalicato i confini dello sport per diventare un attore.

La 58esima posizione è occupata dall’argentino Manu Ginobili; poco più giù, uno dei migliori schiacciatori della storia, quel Vince Carter che ha saputo farsi apprezzare sia dal pubblico che dai colleghi.

Uno dei primi giocatori a passare alla storia per le sue abilità è Bob Cousy, il miglior assistman dal 1952 al 1960.

Tra il 30esimo e il 20esimo posto troviamo alcuni fuoriclasse assoluti:

  • Steve Nash
  • Allen Iverson
  • uno dei grandi protagonisti dell’NBA 2021, Giannis Antetokounmpo
  • “l’anomalo” Charles Barkley
  • il compagno di Michael Jordan, Scottie Pippen, eccelso “tuttocampista”, capace di ricoprire più ruoli e tutti ad altissimo livello.

Kevin Durant, uno dei migliori realizzatori della storia, occupa la 14esima posizione. Il miglior tiratore di tutti i tempi, Steph Curry, lo precede di una posizione.

Ma è nelle ultime 10 posizioni che troviamo il gotha dell’NBA, a partire da Shaquille O’Neal, gigante sia nel fisico che nella personalità, un mix di forza e agilità senza pari, e proseguendo con lo sfortunato Kobe Bryant, un fenomeno che ha lasciato un’impronta unica nel mondo del basket USA.

Larry Bird, al 7° posto, è la migliore ala della storia insieme a LeBron James. Troviamo poi Wilt Chamberlain, uno dei pionieri del basket USA, detentore ancora oggi di record difficilmente battibili, e Magic Johnson, playmaker rivoluzionario capace di unire capacità di passaggio a abilità realizzative uniche.

Chiudono la classifica quattro nomi che difficilmente abbandoneranno l’Olimpo dell’NBA. Bill Russel, uno dei più vincenti cestisti della storia e capacità difensive senza pari, cinque volte MVP precede Kareem Abdul-Jabbar, talmente forte e completo da vincere per 6 volte il titolo di MVP e detenere ancora il primato di miglior realizzatore di tutti i tempi.

Le prime due posizioni non potevano non andare a LeBron James, uno dei più forti per abilità, intelligenza cestistica, capacità di leggere il gioco e di trovare corridoi di passaggio fuori dal normale.

E a proposito di talento, non poteva che sedere sul trono Michael Jordan, il giocatore più importante di sempre, mai sconfitto nelle Finals, cinque volte MVP e icona unica e inimitabile del basket NBA.

Statistiche NBA

Statistiche giocatori

  • Maggior numero di punti realizzati in una partita: Wilt Chamberlain, 100 punti
  • Maggior numero di punti realizzati in un singolo tempo: Wilt Chamberlain, 59 punti
  • Maggior numero di rimbalzi in una partita: Wilt Chamberlain, 55 punti
  • Maggior numero di assist in una partita: Scott Skiles, 30 assist
  • Maggior numero di stoppate: Elmore Smith, 17
  • Maggior numero di canestri dal campo segnati in una gara: Wilt Chamberlain, 36
  • Maggior numero di tiri liberi realizzati in un tempo: Michael Jordan, 20
  • Maggior numero di tiri liberi realizzati in una partita: James Harden, 24
  • Maggior numero di tiri da 3 realizzati in una gara: Klay Thompson, 14
  • Record di punti in una singola stagione: Wilt Chamberlain, 4.029
  • Record di assist in una stagione: John Stockton, 1.164
  • Record di tiri da 3 realizzati in una stagione: Stephen Curry, 402
  • Record di punti realizzati in carriere: Kareem Abdul-Jabbar, 38.387
  • Miglior media punti in carriera: Michael Jordan, 30,12 di media
  • Miglior media assist in carriera: Magic Johnson, 11, 19 di media

Statistiche squadre

Squadre con più titoli per franchigia:

  • Boston Celtics (17)
  • L.A. Lakers (17)
  • Chicago Bulls (6)
  • Golden State Warriors (6)
  • San Antonio Spurs (5)

FAQs

Quali sono i migliori bookmaker per scommettere sull’NBA?

Goldbet, bet365, Sisal, Betfair e Fastbet sono tra i migliori bookmaker per scommettere sul campionato NBA, quelli che offrono un’eccellente varietà di quote e mercati sul più importante campionato di basket del mondo.

Chi è la squadra favorita alla vittoria dell’NBA?

Le principali candidate alla vittoria dell’NBA sono Golden State Warriors e Boston Celtics, seguite a distanza da Miami Heat e Dallas Maverick.

Come funziona la scommessa Prima Scelta Draft?

Si tratta di indovinare quale cestista sarà scelto per primo durante il Draft, la peculiare sessione di mercato dell’NBA. Parliamo di un momento importantissimo nella stagione NBA, che può influenzare pesantemente l’andamento di una squadra durante la stagione.

Chi ha vinto l’ultima edizione dell’NBA?

I Milwaukee Bucks, alla seconda vittoria assoluta in NBA. I Bucks hanno sconfitto i Phoenix Suns per 4-2 (su 6 gare).

Come si gioca Under/Over nel basket?

Under/Over nel basket può riguardare le squadre o i giocatori. Nel primo caso, bisogna pronosticare se il numero di punti realizzati dalle squadre sia superiore o inferiore a una soglia stabilita dai bookmaker. Nel secondo, si tratta di indovinare se un cestita segnerà più o meno punti di una soglia stabilita dagli operatori.

Il Punto di Recensioni Scommesse

L’NBA è il campionato di basket più tecnico, appassionante e spettacolare al mondo. Non è un caso se attira moltissimi appassionati da tutto il mondo e se le quote, e i mercati scommesse, abbondano. I principali operatori offrono una varietà di tipologie di scommesse e giocate per soddisfare le esigenze degli scommettitori, che possono puntare sia sulle partite della Regular Season che su Playoff e Finals.