Scommesse Eurovision Song Contest: pronostici, quote e dove scommettere

L’Eurovision Song Contest – chiamato in Italia anche Eurofestival – è una competizione canora nata nel 1956 in Svizzera, a Lugano, e organizzata ogni anno dai membri dell'Unione europea di radiodiffusione. L’ESC è considerato uno degli eventi più seguiti al mondo con dati d’ascolto che oscillano tra i 100 e 600 milioni. Quest'anno, dopo il successo nella scorsa edizione del concorso dei Måneskin grazie alla canzone “Zitti e buoni”, sarà proprio l’Italia ad ospitare l’evento, in programma tra il 10 e il 14 maggio al Pala Alpitour di Torino. Andiamo a scoprire tutto quello che c’è da sapere sull’Eurovision Song Contest 2022: le quote dell’Italia, i favoriti e i migliori bookmakers per scommettere sul festival.

I 5 Migliori Bookmakers per le Scommesse Eurovision 2022

Bonus
1
€400 Di Benvenuto

2
fino a 260€

3
5€ Gratis + 300€

4
Fino a 500€ + 10% Cashback

5
Fino A 350€

Vincitore Eurovision 2022: le quote

Favoriti Better Fastbet  Sisal
Italia 3.50 3.60 3.50
Ucraina 3.00 2.14 2.50
Svezia 10.00 11.00 12.00
Polonia 18.00 16.00
Grecia 15.00 14.00 16.00
San Marino 25.00 25.00

Pronostico

Vincitori dell’ultima edizione del Festival di Sanremo, saranno Mahmood e Blanco con la loro “Brividi” a rappresentare l’Italia all’Eurovision 2022 di Torino.

Tuttavia non sono loro i candidati numero uno per la vittoria finale. Secondo i bookmakers, con lo scoppio della guerra in Ucraina infatti i concorrenti dell’Italia sono stati superati dai rappresentanti ucraini, la Kalush Orchestra (che hanno preso il posto della vincitrice del concorso interno ucraino, la cantante Alina Pash, che ha deciso di ritirarsi per colpa di una controversia diplomatica). L’impatto della crisi potrebbe quindi arrivare fino all’Eurovision e, dopo l’esclusione della Russia dalla competizione, potrebbe pesare addirittura sulle preferenze delle singole nazioni che andrebbero come gesto di solidarietà ai concorrenti dell’Ucraina. Il pronostico dei bookmakers, considerando la gravità della situazione, sembra essere più che verosimile. Attenzione anche alla possibile sorpresa Achille Lauro in gara per San Marino.

Di seguito la top 10 dei favoriti per l’Eurovision 2022 secondo le quote dei vari siti scommesse:

  1. Ucraina: Kalush Orchestra con “Stefania”
  2. Italia: Mahmood & Blanco con “Brividi”
  3. Svezia: Cornelia Jakobs con “Hold Me Closer”
  4. Grecia: Amanda Tenfjord con “Die together”
  5. Australia: Sheldon Riley con “Not The Same”
  6. Spagna: Chanel con “SloMo”
  7. Polonia: Ochman con “River”
  8. Svizzera: Marius Bear con “Boys Do Cry”
  9. San Marino: Achille Lauro con “Stripper”
  10. Norvegia: Subwoolfer con “Give That Wolf A Banana”

Eurovision Torino 2022: il programma

Scommesse Eurovision Song Contest: quote Italia, favoriti e migliori siti scommesse

(Immagine| ©Eurovisionworld.com)

L’Eurovision 2022 si svolgerà in Italia, al Pala Alpitour di Torino dal 10 al 14 maggio 2022. La competizione, che vedrà la partecipazione quest’anno di 40 nazioni, sarà articolata, come accade dal 2008, in due semifinali e una finale.

Questo il programma:

  • Prima semifinale: martedì 10 maggio 2022
  • Seconda semifinale: giovedì 12 maggio 2022
  • Finale: Sabato 14 Maggio 2022

L’Italia è qualificata, come da regolamento, direttamente alla finale assieme a Francia, Germania, Spagna e Regno Unito (le “Big Five” hanno il pass per accedere direttamente alla finale).

Come conduttori per l’evento sono state scelte due star della musica mondiale come Laura Pausini e Mika e l’ex presentatore di X-Factor (e di tanti altri format musicali) Alessandro Cattelan.

Dove vedere Eurovision 2022 in TV e streaming

La finale dell’Eurovision Song Contest 2022 (14 maggio) sarà visibile in diretta TV su Rai 1, Rai 4 (canale 21 del Digitale Terrestre) e sulla piattaforma TivùSat sul canale 110. L’evento sarà disponibile in streaming su Rai Play e Youtube (in lingua inglese) sul canale ufficiale dell’ESC, e in radio sulle frequenze di Radio 2.

Regolamento Eurovision Song Contest: chi vi partecipa e come funziona?

Il regolamento dell’Eurovision Song Contest ammette alla competizione canora tutte le nazioni europee che fanno parte della zona europea di radiodiffusione, o sono membri del Consiglio d'Europa. Hanno partecipato alla competizione anche stati non geograficamente all’interno del continente europeo come ad esempio Israele e Australia.

Il concorso è articolato in due semifinali ad eliminazione ed una finale. Ospita la manifestazione la nazione che ha vinto nell’edizione precedente.

Come vengono selezionati i partecipanti di ogni singolo stato?

I concorrenti di ogni nazione vengono selezionati secondo le modalità decise dalle emittenti televisive dei singoli stati partecipanti. Di solito vengono organizzati per selezionare il rappresentante all’ESC dei festival nazionali: in Italia ottiene il diritto di partecipare all’Eurovision il vincitore del Festival di Sanremo.

Come funziona?

Il regolamento dell’Eurofestival è stato modificato negli anni più volte.

Le regole attuali prevedono che:

  • I cantanti partecipanti devono avere almeno 16 anni di età;
  • Non devono essere presenti più di 6 persone sul palco;
  • Le canzoni devono avere una durata massima di 3 minuti;
  • E’ vietato l’uso dell’autotune;
  • La canzone non può essere una cover;
  • La canzone deve essere pubblicato entro un dato periodo (con annesso video);
  • L’esibizione non può avere una scenografia o coreografia controversa;
  • La canzone non può avere contenuti politici, pubblicitari o offensivi.

Il sistema di voto

Il sistema di voto dell’Eurovision è piuttosto complesso ed è il risultato dell'unione di un 50% di televoto e un 50% di voto delle giurie nazionali (formate da esperti del mondo della musica). Il vincitore dell’ESC viene stabilito dalla somma delle graduatorie di ogni nazione partecipante alla competizione: ogni Stato vota attraverso il televoto (che viene aperto per 15 minuti alla fine dell’ultima esibizione) e attraverso una giuria formati da 5 professionisti del settore musicale. Il principio fondamentale è che nessuna nazione può votare per il proprio concorrente né tramite televoto, né tramite giuria.

Ogni giuria nazionale vota redigendo una classifica delle 10 canzoni preferite: assegnando da un massimo di 12 punti alla prima, a un minimo di 1 punto alla decima. Dalla combinazione delle classifiche delle singole giurie nazionali viene determinata la classifica generale delle giurie, a cui successivamente verrà sommata la classificata totale del televoto.

Storia Eurovision Song Contest e migliori piazzamenti italiani

L’Eurovision Song Contest nasce nel 1956 dall’idea del giornalista italiano Sergio Pugliese (ispirato dal Festival di Sanremo).

Conclusa la seconda guerra mondiale, le nazioni europee (impegnate nella ricostruzione) cercavano un sistema per fortificare i rapporti tra nazioni (antagoniste nei due conflitti mondiali) e promuovere la pace. Si pensò quindi di utilizzare i gli strumenti messi a disposizione dall'Unione europea di radiodiffusione per la creazione di un programma televisivo europeo da trasmettere, in contemporanea, in tutti gli stati membri attivi dell’UER. Così nasce, con l’approvazione dell’allora direttore generale dell’UER Marcel Bezençon, l’Eurofestival.

La prima edizione si svolse il 24 maggio 1956 in Svizzera, a Lugano e vi parteciparono 7 paesi: Italia, Paesi Bassi, Svizzera, Belgio, Germania Ovest, Francia e Lussemburgo, che presentarono 2 canzoni ciascuno.

Di seguito l’elenco completo dei vincitori dell’Eurovision degli ultimi 20 anni, dal 2000 ad oggi:

Anno Stato vincitore Artista Canzone
2000 Danimarca Olsen Brothers Fly on the Wings of Love
2001 Estonia Tanel Padar, Dave Benton & 2XL Everybody
2002 Lettonia Marie N I Wanna
2003 Turchia Sertab Erener Every Way that I Can
2004 Ucraina Ruslana Wild Dances
2005 Grecia Helena Paparizou My Number One
2006 Finlandia Lordi Hard Rock Hallelujah
2007 Serbia Marija Šerifović Molitva
2008 Russia Dima Bilan Believe
2009 Norvegia Alexander Rybak Fairytale
2010 Germania Lena Satellite
2011 Azerbaigian Ell & Nikki Running Scared
2012 Svezia Loreen Euphoria
2013 Danimarca Emmelie de Forest Only Teardrops
2014 Austria Conchita Wurst Rise like a Phoenix
2015 Svezia Måns Zelmerlöw Heroes
2016 Ucraina Jamala 1944
2017 Portogallo Salvador Sobral Amar pelos dois
2018 Israele Netta Toy
2019 Paesi Bassi Duncan Laurence Arcade
2021 Italia Måneskin Zitti e buoni

L’Italia all’Eurovision Song Contest

Scommesse Eurovision Song Contest: quote Italia, favoriti e migliori siti scommesse

(Immagine| © Måneskin)

Quella tra l’Italia e l’Eurovision è una storia complessa, fatta di tira e molla. Nonostante il Bel Paese sia infatti tra gli stati fondatori (e qualificato come “Big Five” di diritto alla finalissima), la competizione non è mai stata percepita in Italia come nelle altre nazioni.

Causa di ciò è sicuramente l’assenza italiana dal festival, dal 1997 al 2011, una decisione, quella di non partecipare, presa dalla Rai dopo il caso Jalisse: la coppia vincitrice del Festival di Sanremo 1997 con il brano “Fiumi di Parole” data per super favorita finì per arrivare, tra le polemiche, solamente quarta. Si parlò ai tempi di un autosabotaggio dell’emittente televisiva italiana che, secondo i rumors, avrebbe impedito a tutti i costi di vincere ai Jalisse per evitare di dover organizzare l’anno successivo in Italia la kermesse.

Soltanto nel 2011, dopo anni di tentennamenti, l’Italia è tornata in gara. I dati d’ascolto della finale non solo al momento sugli standard delle altre nazioni ma sono in costante crescita.

Di seguito i migliori piazzamenti italiani nella storia dell’Eurovision:

Anno Rappresentante Italia Canzone Piazzamento
1956 Franca Raimondi Aprite le finestre 2° posto
1956 Tonina Torielli Amami se vuoi 2° posto
1958 Domenico Modugno Nel blu dipinto di blu 3° posto
1963 Emilio Pericoli Uno per tutte 3° posto
1964 Gigliola Cinquetti Non ho l’età 1° posto
1974 Gigliola Cinquetti 2° posto
1975 Wess e Dori Ghezzi Era 3° posto
1987 Raf e Umberto Tozzi Gente di mare 3° posto
1990 Toto Cutugno Insieme: 1992 1° posto
2011 Raphael Gualazzi Madness of Love 2° posto
2015 Il Volo Grande Amore 3° posto
2019 Mahmood Soldi 2° posto
2021 Måneskin Zitti e buoni 1° posto

Consigli utili per le Scommesse Eurovision

Come per tutte le scommesse sul mondo dello spettacolo, anche per le scommesse Eurovision il nostro consiglio principale è quello di studiare a fondo la manifestazione, la sua storia, il regolamento e gli artisti in gara. Volendo riassumere in punti vi suggeriamo di:

  • Ascoltare, prima di piazzare qualsiasi tipo di scommessa, tutti i brani in gara;
  • Verificare la popolarità (anche al di fuori dei propri confini nazionali) degli artisti che partecipano alla competizione. Può essere utile in questo senso analizzare, per esempio, i profili social dei vari rappresentanti o le classifiche Spotify.
  • Studiare il sistema di voto della kermesse;
  • Confrontare le quote offerte dei vari bookmaker, prestando particolare attenzione a quelli che gli operatori considerano come favoriti per la vittoria finale;
  • Verificare l’eventuale impatto di questioni esterne non direttamente collegate al festival ma che possono influire sulle preferenze di voto (es. Guerra in Ucraina).

FAQs – Domande frequenti sulle Scommesse Eurovision

Quali sono i migliori siti per scommettere sull’Eurovision?

Better, Snai, Betfair, Sisal e Fastbet sono questi i migliori siti, selezionati da RecensioniScommesse, per scommettere sull’Eurovision Song Contest. Sono stati considerati come criteri di scelta dei bookmaker: l’offerta di gioco, la proposta di quote e tipi di scommesse e la vastità del palinsesto.

Qual è la nazione che ha vinto più Eurovision?

La nazione con più vittorie all’attivo all’Eurovision è l’Irlanda che si è aggiudicata ben 7 edizioni della competizione; al secondo posto troviamo la Svezia con 6 vittorie; sul gradino più basso del podio appaiate a quota 5 vittorie ci sono invece Regno Unito, Francia, Olanda e Lussemburgo.

Come vengono scelti i cantanti all’Eurovision?

I cantanti che partecipano all’Eurovision vengono scelti dalle singole emittenti televisive di ogni nazione secondo varie modalità. Molti stati organizzano, proprio con la finalità di selezionare il proprio rappresentante all’ESC, un festival canoro nazionale.

Chi rappresenta l'Italia all'Eurovision 2022?

Saranno Mahmood e Blanco a rappresentare l’Italia all’Eurovision 2022. Il duo ha conquistato il diritto di partecipare alla competizione canora europea vincendo l’ultima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Brividi”.

Dove si terrà l'Eurovision 2022?

L’Eurovision Song Festival 2022 si terrà in Italia, al Pala Alpitour di Torino dal 10 al 14 maggio. Prima e seconda semifinale sono in programma rispettivamente per martedì 10 maggio e giovedì 12 maggio 2022. La finalissima andrà in scena invece sabato 14 Maggio 2022.

Esistono bonus per le scommesse Eurovision?

Non esistono bonus specifici per le scommesse Eurovision. Tuttavia tutti i nuovi utenti potranno usufruire dei Bonus Benvenuto offerti dai vari siti scommesse per le loro prime puntate sull’Eurofestival. Vi consigliamo in ogni caso di verificare sempre termini e condizioni di ogni bonus prima di usufruirne.

Il Punto di Recensioni Scommesse

L’Eurovision è probabilmente l’evento non sportivo più seguito al mondo, con dati d’ascolto che arrivano addirittura a sfiorare i 600 milioni. Il grande interesse che c’è in tutta Europa (e non solo, vedi Australia e Israele) per la competizione ha un suo riscontro anche nel mondo delle scommesse: quasi tutti i migliori bookmakers inseriscono infatti, ogni anno, l’evento nei loro palinsesti. Un modo in più questo per attirare nuovo pubblico sui propri siti, in altre parole target di persone differenti dagli abituali appassionati di scommesse sportive. Così come per tutte le altre categorie di gioco, il suggerimento di Recensioni Scommesse per scommettere sull’Eurovision è sempre lo stesso. Non esistono trucchi segreti insomma, la strategia più redditizia per andare in cassa con le scommesse sulla kermesse non è diversa dalle altre: studio del palinsesto, confronto delle quote, ascolto delle canzoni in gara e analisi dei partecipanti.